VinylPlus: alla guida dell’industria del PVC verso l’Economia Circolare

VinylPlus, l'Impegno Volontario per lo sviluppo sostenibile dell'industria europea del PVC, ha riciclato 771.313 tonnellate di PVC nel 2019, oltre il 96% dell'obiettivo del programma per il 2020. L'industria del PVC è sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi di riciclo sempre più impegnativi di VinylPlus per il 2025, in linea con l'Economia Circolare, le ambizioni della Circular Plastics Alliance e le politiche UE per incoraggiare recupero, riciclo e riutilizzo della plastica.

Negli ultimi 20 anni VinylPlus ha lavorato instancabilmente per affrontare le sfide dell’economia circolare. Puntiamo a migliorare continuamente le nostre prestazioni di sostenibilità, adottando il Green Deal europeo, il Piano d'Azione per l'Economia Circolare e le altre politiche che incidono sul settore delle materie plastiche”, ha dichiarato Brigitte Dero, Amministratore Delegato di VinylPlus.

Il PVC è diventato un materiale plastico di elezione per applicazioni di media e lunga durata, principalmente in prodotti per edilizia e costruzioni come profili finestra, tubi, pavimenti e cavi, ma anche per dispositivi medici salvavita. Il PVC è riutilizzabile e può essere riciclato più volte senza perdere le sue proprietà.

Il riciclo di questo prezioso materiale è una parte fondamentale dell'impegno volontario di VinylPlus per la sostenibilità e per l'Economia Circolare. Questo impegno per il riciclo è rafforzato da schemi di tracciabilità e certificazione che garantiscono la sicurezza e qualità dei materiali riciclati e dei processi. Attraverso i suoi Impegni Volontari, l'industria europea del PVC ha riciclato 5,7 milioni di tonnellate di PVC dal 2000, evitando il rilascio di 11,4 milioni di tonnellate di CO2 nell'atmosfera. Nel solo 2019, sono state riciclate 771.313 tonnellate di PVC, oltre il 96% dell'obiettivo del programma per il 2020.

Accogliendo la richiesta della Commissione Europea all’intera industria delle materie plastiche di aumentare il riciclo, VinylPlus si è impegnata a riciclare almeno 900.000 tonnellate di PVC all'anno in nuovi prodotti entro il 2025, garantendo ulteriormente il suo ruolo nel raggiungimento della Strategia Europea per l'Economia Circolare e in linea con le aspirazioni della Circular Plastic Alliance intersettoriale della Commissione Europea, istituita nel 2019 per collaborare all’utilizzo della plastica riciclata.

Continuare a riciclare il PVC è nel miglior interesse di una società sostenibile. L'Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche (ECHA) ha recentemente confermato che il riciclo di prodotti in PVC a fine vita rappresenta la migliore soluzione di gestione dei rifiuti sia dal punto di vista ambientale che della salute umana . Il riciclo del PVC riduce significativamente le potenziali emissioni di gas serra, per ogni chilo di PVC riciclato vengono infatti risparmiati due chili di CO2. Gli scenari alternativi porterebbero allo spreco di un materiale che potrebbe invece essere riciclato e riutilizzato. Il Bilancio 2020 di VinylPlus mostra che il programma volontario sta raggiungendo gli obiettivi prefissati.

Per garantire massima trasparenza, partecipazione e responsabilità, un Comitato di Controllo composto da rappresentanti del Parlamento Europeo, della Commissione Europea, dei sindacati, delle organizzazioni dei consumatori e del mondo accademico, supervisiona risultati e progressi di VinylPlus.

Jo Dewulf, Professore dell'Università di Gand e Presidente del Comitato di Controllo, ha dichiarato: "Iniziative dell’industria come VinylPlus, che vanno oltre il riciclo e si concentrano sulla sostenibilità dell’intera filiera, sono sempre più essenziali quando si sviluppano strategie per l'economia circolare.”

VinylPlus va oltre l'Economia Circolare, affrontando altri temi di sostenibilità come energia e cambiamenti climatici, approvvigionamento e produzione di materiali sostenibili e uso responsabile degli additivi. Questi elementi chiave sono integrati nel VinylPlus® Product Label, lo schema di certificazione di sostenibilità per i prodotti in PVC del settore edilizia e costruzioni che offrono le massime prestazioni di sostenibilità e un contributo all'Economia Circolare. Ad oggi, dieci aziende hanno ricevuto il VinylPlus® Product Label per 112 articoli in PVC prodotti in 18 siti europei.

Anche salute e formazione dei lavoratori sono parte integrante del programma: VinylPlus collabora strettamente con le Parti Sociali del Settore della Chimica Europea (costituite da ECEG – l’Organizzazione dei Datori di Lavoro della Chimica Europea – e IndustriAll Europe) per attuare i piani d'azione per la sicurezza dei lavoratori e per la digitalizzazione delle PMI definiti nell'ambito del rinnovato Accordo di Cooperazione firmato nel 2017.

Brigitte Dero ha commentato che “ogni bilancio è un'ottima opportunità per l’industria di riflettere non solo sui risultati raggiunti, ma anche su sfide e opportunità future. In vista della conclusione di VinylPlus, ci stiamo impegnando ulteriormente nel dialogo con i nostri partner e stakeholder per costruire il nuovo programma VinylPlus verso il 2030 che sarà lanciato a maggio 2021.”

VinylPlus® è l’Impegno Volontario dell’industria europea del PVC. Il programma definisce un modello di sviluppo sostenibile di lungo periodo per l’intera filiera del PVC affrontando una serie di sfide chiave nell’Europa dei 27, UK, Norvegia e Svizzera. VinylPlus rappresenta oltre 200 aziende di produzione di PVC resina e di additivi e di trasformazione e coordina un network di circa 170 riciclatori. Dal 2000 VinylPlus ha investito oltre 110 milioni di euro in sostenibilità in Europa.

Il Bilancio annuale descrive i risultati di VinylPlus nell'accrescere le prestazioni di sostenibilità del PVC come materiale idoneo a un'economia circolare e i progressi nelle cinque principali sfide di sostenibilità definite identificate per l'intera filiera europea del PVC. Nel 2020, il Bilancio di VinylPlus è stato verificato in modo indipendente da SGS, mentre i volumi di PVC riciclato e gli investimenti sono stati verificati e certificati da KPMG. Il Bilancio 2020 è disponibile qui.